Ainwhen del casato Herenvarno è una Elfa Alta di 178 anni.
Di altezza leggermente al di sotto della media per la sua razza (178cm) e fisico asciutto ed aggraziato, nasce nel casato Herenvarno, un casato antico ma di scarso rilievo.
Avviata sin dalla gioventù per via delle sue doti allo studio delle arti arcane, la giovane Ainwhen rimane affascinata dalla Grande Biblioteca di Wind, trascurando spesso lo studio per poter passare più tempo possibile immersa nella lettura di tomi di svariata natura.
Giunta al termine dei suoi studi ed alla maggiore età, e quindi libera di prendere decisioni per se stessa, la giovane lascia Wind con sempre maggiore frequenza per visitare quelle parti del mondo di cui aveva letto nei libri. Sempre guidata dalla curiosità e dal proprio giudizio, inizia ad intrattenere rapporti amichevoli con Silvani e, raramente, Umani, ampliando così la propria comprensione del mondo.

Sempre schiva e circospetta riguardo i grandi eventi come guerre e cataclismi, ad ogni suo ritorno a Wind arricchisce la Biblioteca con nuovi tomi scritti di suo pugno.
Versatile e dotata in ogni arte, specialmente quelle arcane, sebbene non si ritenga una maga potente, non passa molto che viene notata dal Bibliotecario di Wind, che, dopo averla sottoposta a molte prove in competizione con altri due maghi, la nomina sua erede al titolo di Bibliotecario.

Sempre cordiale e gentile, non esita a soccorrere chiunque abbia bisogno. Tuttavia, la sua cordialità non deve essere confusa con debolezza, in quanto sempre pronta a ripagare ogni torto subito, ed a schiacciare chiunque tenti di ferirla. La sua ira diventa incontenibile quando vengono oltraggiati i libri, o la Biblioteca.

Sebbene non ami immischiarsi nei loro affari, la presenza di Umani e Silvani non le causa problemi, infatti spesso ha visitato le biblioteche di entrambe le loro capitali alla ricerca di tomi nuovi o inusuali per arricchire la Biblioteca di Wind.
Devota alla triade tutta, nutre una particolare predilezione per Hael e Exon.


[OFF GDR:]
Ainwhen è Neutrale Buona, intesse rapporti con le altre razze in maniera cordiale e a volte si prodiga in loro aiuto, ritenendoli "cuccioli" bisognosi di una guida illuminata.
La carica di Bibliotecaria di Wind le è stata affidata in gioco nel corso di una giocata interna agli elfi alti durata diversi mesi, purtroppo all'epoca il server chiuse poco dopo e non ho mai avuto occasione di svolgere tale funzione.