C'era una volta un cappello, appuntito come una bilancia che equilibra il Male ed il Bene, blu come il cielo d'estate e la notte d'inverno.

Molti fuochi e molte avventure fa, alcuni Accoliti decisero di creare una Confraternita il cui scopo principale era mantenere l'Equilibrio nel mondo, con il verbo o con il fuoco a seconda delle circostanze.

Questi potenti plasmatori di magia scelsero di definirsi Confratelli perche' il sentimento che li legava era cosi' forte da essere pari a quello di sangue e la loro volonta' piu' solida dei fanatismi che stavano inquinando le terre una volta pure.

Scelsero il blu, simbolo di tranquille e placide acque di ruscello oppure di oscure notti piene di terrore ed angoscia.

L'obiettivo della Confraternita fu condiviso nel coinvolgimento attivo dei membri nel mantenere un'Equilibrio tra Bene e Male, innovazione e tradizione, progresso ed immobilismo, guerra e pace.

L'ispirazione ultima era la natura stessa, in quanto neutrale pura e suprema maestra.

La Confraternita crebbe in numero e forza, cosi' come i propri vertici e molti Accoliti decisero di prenderne parte, e molte genti riconoscevano
i "cappelli blu" per le citta' e i sotterranei.

Tra tutti i membri, alcuni nomi di spicco si distinsero per il proprio impegno e dedizione, sopratutto nei primi tempi di creazione della Confraternita.

Tra questi il Saggio El Dios vagava per le terre a nord di Britain, in compagnia della propria compagna Nimbina, vivendo una vita tranquilla e mediando tra le Gilde dei Guerrieri e dei Fabbri oppure aiutando le vare razze a comunicare con i pazzi elfi Oscuri, cosi' difficile nel comunicare pacificamente.

La sede fu stabilita in una vecchia fortezza in un'area verde e i nuovi Accoliti, dopo un primo periodo di tirocinio seguiti da un mentore, venivano introdotti alla vita della Confraternita tramite un difficile esame ed una prova che mettesse sotto torchio le proprie motivazioni profonde.

Molto tempo e' passato, ma nulla e' cambiato negli occhi del vecchio El Dios, ora e' tornato e vuole spolverare il suo vecchio cappello, aprire la vecchia fortezza, salire nuovamente in sella al caro vecchio Zenone e tornare a portare Equilibrio la dove ve n'e' piu' bisogno, ovvero ovunque manchi un mago dei [CdM].

---

El Dios - ArciMago Anziano e Fondatore della Confraternita dei Maghi