Erano passate oramai tante lune dall'ultima volta che Hugo aveva osato chiedere alla sua stessa vita, un'avventura, un'esperienza, qualcosa che lo portasse ad arricchire la sua cultura, la sua voglia di perfezionarsi insieme agli altri ed, allo stesso tempo, la probabile paura che provava nell'allontanarsi da quel branco che tanto fece per lui, sebbene la sua stessa condizione di legame era il vincolo stesso che lo spingeva ad andare oltre, a diventare qualcosa di più, qualcosa che sarebbe rimasto comunque memorabile nella storia dei tempi.

Hugo non era affatto un personaggio interessante come gli altri, lui stesso si distaccava dalla realtà, a lui stesso capitarono quelle curiose avventure che nessuno ancora si spiegava: quel distacco iniziale dai fratelli, quel distacco dal suo io, quegli episodi con Artas, Drusilla, Breyork, Spawn, demoni inferociti, creature che nascevano dal sottosuolo e che prospettavano disagi di sventura, fino a quando quella fata giacque in terra.

Tempo fa mandò una missiva a Lord Spawn di cui non avea mai ricevuto risposta: poteva capirlo, siccome il Capobranco non perdona, il capo di un branco così denso ed affiatato non può ammettere che qualcuno si allontani, così come fanno i lupi che successivamente attaccano ed aggrediscono il distaccato dal branco. Hugo sapeva che nulla del suo viaggio lo avrebbe riportato alla persona cui prima era. E presto, se ne accorse..

..Passarono tante lune, da quando Hugo non rimise piede in città, nella città delle guardie, così la definiva il suo vecchio capo. Hugo non mancò molto a notare nuovi volti, nuove facce. Immediatamente percepì un aria di cambiamento: prima negli altri astanti e poi in se stesso. Il suo linguaggio era differente, i suoi modi erano cambiati sebbene fosse ancora lo stesso quando si trattava di annusare belle donne. Tutto attorno a lui gli sembrava differente, ma era lui stesso ad essere diverso.

Nel tempo si rese conto che tutto il suo viaggio, l'incontro con i diversi popoli abitanti delle terre di Sosaria, gli apprendimenti con Drusilla, le scampagnate e le esplorazioni fra le cave lontane delle terre di Papua, lo cambiarono radicalmente.

Una cosa però gli rimase impressa: un luccichio, incastonato in quelle cave lontane...